Il calcio ringrazierà Lady Radio?

23.12.2018 11:52 di Claudio Nassi  articolo letto 71 volte
© foto di Federico De Luca
Il calcio ringrazierà Lady Radio?

Dei tre amici che leggono e ascoltano Stazione di Sosta uno ha detto: "D'accordo sul fatto che questi appuntamenti siano un divertissement, ma sarebbe meglio se chi di dovere seguisse Lady Radio". Ho chiesto perché. La risposta non si è fatta attendere. "Ha parlato di rose pletoriche da tempo immemore. Un danno sul piano economico per le società e un problema in più per gli allenatori che debbono gestirle. Ed ecco da Nyon la notizia che il Milan deve rientrare, entro il 2021, nei parametri UEFA e non avere più di 21 calciatori in rosa. Non so da quanto afferma che la terza serie deve tornare al semiprofessionismo per sopravvivere. Ed ecco il Presidente della FIGC Gravina pensarla allo stesso modo". Era scontato, avendo io giocato 10 anni tra i semipro e conoscendone pregi e difetti. Perché non ricordare le cose buone del passato? "Vabbene, ma l'ha detto Lady Radio!". Bastava vedere quante società sono fallite e correre ai ripari. Se oggi i calciatori della Reggina danno l'ultimatum alla società, "i soldi o non si gioca", se la stessa cosa avviene alla Pro Piacenza e a Matera non si paga da settembre, evidentemente non si è capaci di risolvere il problema.

"Ha sempre contestato il turnover, andando controcorrente. Perché?". Il calcio non è la dama e i calciatori non sono pedine. Se per assemblare una squadra occorre tempo, rimane difficile capire i continui avvicendamenti. Eppoi nessuno vuole star fuori e i mugugni si sprecano. Perché Messi e Cristiano Ronaldo vogliono sempre essere in campo? Perché Koulibaly, Bonucci, Acerbi, Biraschi, Caputo, Andersen e altri non vengono avvicendati? Ci sarà un motivo. Quando sento parlare di riposo perché uno ha giocato tre partite di seguito, viene da ridere. Chi credono di incantare gli allenatori? Sono certi che i signori riposino? Conoscendo i nostri eroi, non è facile pensare alla pastasciutta in più e a una vita privata allegra? E il riposo non va a farsi friggere? Sono convinto che lo sappiano, ma la difficoltà nel gestire troppi galli nel pollaio li costringe a fare gli equilibristi. Parlare di turnover con l'arrivo del caldo sarebbe logico, ma così non è accettabile.

"Dopo quanti anni che Lady Radio chiedeva l'ingresso della tecnologia in campo è stata ascoltata?". Non so se lo sia stata, ma la predica partiva dal 1990 e in radio dal 2012. "Perché non tutti hanno capito l'importanza del VAR?". Perché ognuno guarda al proprio orticello. Eppure non era difficile accorgersi di quanto grande fosse il potere discrezionale dell'arbitro, senza contare che gli errori sono diminuiti in modo esponenziale. "Perché Lady Radio ha sempre invocato il tempo effettivo, 30' per tempo, e non si è ascoltata?". Evidentemente si devono ancora sintonizzare. Eppoi, come dice Chamfort, "... bisogna farsi insegnare tutte le cose che si sanno perfettamente da coloro che non le sanno".   

© 2019 Stazione di sosta