Picerno e Felipe Scolari

31.03.2019 11:37 di Claudio Nassi   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Picerno e Felipe Scolari

Devo dare atto a Pierluigi Picerno di avere in mano un mezzo incredibile: Lady Radio. Col suo Direttore, Mario Tenerani, ho iniziato a collaborare nel giugno 2012, pensando di divertirmi e, magari, divertire. Ho scoperto Internet, con Tuttomercato Web e mio figlio che mi hanno portato per mano fino alla puntata 664. Col tempo mi sono accorto che non era quello che pensavo. Una volta un amico telefonò per dire che mi ero appropriato di una presidenza mai offerta. Sono stato costretto a chiamarlo per ricordare che fu proprio lui a chiedere se ero disponibile, dal momento che la famiglia, contestata, voleva togliere il nome dalla società. Un'altra un D.G. ricordò che il calcio era cambiato e che oggi si lavorava in équipe. Avevo apprezzato Tare alla Lazio e non capivo perché non fosse d'accordo con chi, in silenzio e con pochi collaboratori, portava avanti una società sempre nelle prime posizioni, talvolta vittoriosa, e con i bilanci a posto. Lo invitai a parlarne. Spero abbia capito. E' notizia di pochi giorni quando Filippo ricorda che le Coppe Italia vinte dalla Fiorentina sono 6 e non 4 e Alberto corregge il tiro, ancora giustamente, per aver dimenticato che la legge sul terzo straniero entrò in vigore nell''88/'89. Dopo averli ringraziati, mi sono accorto che non sfugge una virgola e, probabilmente, è da superficiali parlare di divertissement. Ma alla fine è giusto così. L'impegno deve essere massimo. Il calcio riguarda l'azienda più importante del Belpaese e, se pretendi che le cose siano fatte in modo serio, l'esempio deve venire anche da Lady Radio.

Detto che è stato toccato, con 59.022 contatti, il record con "Wanda Nara", Pierluigi Picerno deve essere pronto a ritrovarsi a colazione da "Burde" per festeggiare. Scenderà di nuovo da Fiesole Don Alberto a benedire la tavola, ascolteremo Calamai, Fiesoli, Picchi, Tenerani e Vitale raccontare divertenti esperienze e non mancherà di parlare della Roma e dell'Inter. Della pletora di personaggi che ruotano attorno alle due società, con tanti ex calciatori pronti a dispensare consigli a gogò e con presidenti e proprietari che stanno negli USA e in Cina, dimostrando di non aver ancora capito le dinamiche del calcio. Alla domanda quando mai questi club arriveranno a vincere, risponderà per noi Felipe Scolari: "Quando il tenente Garcia catturerà Zorro".   

© 2019 Stazione di sosta