Italiano e Sarri

22.01.2024 09:00 di Claudio Nassi   vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Italiano e Sarri

Leggo che la Premier League contesta al Manchester City 115 violazioni del fair play finanziario, accusato di aver gonfiato i valori di sponsorizzazioni e pagato in nero dal 2009/2010. Il club ha sempre respinto le accuse e con l'UEFA se l'era cavata con una sanzione di 10 milioni e l'appoggio a Ceferin. Oltre a sapere che il fatturato, con 700 milioni, è il più alto al mondo, apprendo che l'Everton, nella stagione in corso, subisce una penalizzazione di 10 punti per perdite eccedenti di 20 milioni il consentito. Queste notizie mitigano l'indagine su Osimhen e il falso in bilancio del Napoli, col rischio del rinvio a giudizio del Presidente, la moglie e i figli. Infatti tutto il mondo è paese e i bilanci delle società difficilmente saranno in regola, anche perché chi dovrebbe controllare non controlla.

Cambio programma e comincio dalla semifinale di Supercoppa a Riad tra Napoli e Fiorentina. D'accordo, i viola sono andati al di là delle previsioni e Italiano è maestro nel gestire gli uomini, ma nella vita si può migliorare. Se negli anni '60 Red Auerbach, santone dei Boston Celtics, affermava che: "... Bill Reinhart è 25 anni avanti a tutti. Dice che segnare in contropiede è il modo più facile e, al tempo stesso, il più efficace per demoralizzare l'avversario", sembra impossibile che non si sia fatto il conto dei gol subiti in contropiede. Perché non analizzare le partite, fin dalle finali perse con Inter e West Ham? Se è vero che Joe Barone farà costruire il muro al Viola Park, non dobbiamo disperare. Ci vorrà tempo. Subito sarebbe pretendere troppo.

Nell'altra semifinale, Inter - Lazio, non c'è storia. Ma quando Sarri si dice deluso, parla di "figuraccia" e di una squadra durata solo 3/4 minuti, domando dov'era. Non ha colpe chi ha preparato la partita?

Chiudo con Udinese - Milan, a tratti piacevole per i continui cambiamenti di fronte e l'alternanza del risultato. Ma quando all'ultimo minuto vedo il gol del 3-2 che decide, domando come sia possibile. Sul calcio d'angolo battuto da Florenzi, in area ci sono dieci dell'Udinese, ma a pochi passi dal secondo palo, soli soletti, Leao e Okafor, che farà gol. Purtroppo, anche se in superiorità numerica, nessuno dice di marcare gli avversari e la palla sarà preda del portiere o di chi è libero. Sembrerebbe facile. Evidentemente non lo è, però perdi!

© 2024 Stazione di sosta

Altre notizie - Archivio
Il ko del "Viareggio"19.02.2024 09:00
Il ko del "Viareggio"
La rivoluzione? 16.02.2024 09:00
La rivoluzione?
Torniamo al calcio!12.02.2024 09:00
Torniamo al calcio!
Kurt Hamrin09.02.2024 09:00
Kurt Hamrin
Giani e il calcio!05.02.2024 09:00
Giani e il calcio!
Aspettavo Gudmundsson02.02.2024 09:00
Aspettavo Gudmundsson
Lo scudetto29.01.2024 09:00
Lo scudetto
L'anticipo26.01.2024 09:00
L'anticipo
Italiano e Sarri22.01.2024 09:00
Italiano e Sarri
Mourinho19.01.2024 09:00
Mourinho
Altre notizie