L'inciucio procuratori

07.04.2023 10:58 di Claudio Nassi   vedi letture
© foto di UFFICIO STAMPA FESTINA GROUP ITALIA
L'inciucio procuratori

Ho letto con piacere l'inchiesta sui procuratori di Andrea Ramazzotti, ottimo giornalista, allievo di Alberto Polverosi, un tempo al Corriere dello Sport, oggi alla Gazzetta. Credo sia stata il seguito di un editoriale di Di Caro che parlava di " ... intermediazioni milionarie discutibili, rapporti privilegiati tra dirigenti e agenti-mediatori che figurano anche in affari, pur con ruoli marginali. Richieste di bonus milionari al momento di stipulare un contratto o rinnovarlo, aumenti di contratti da poco firmati, ecc. ecc.. Insomma, un Far West dove sono aumentati i pistoleri senza scrupoli e poche le anime candide. E le istituzioni sportive? In silenzio e testa sotto la cenere".

Ebbene, Ramazzotti ha fatto conoscere che nel 2022 ci sono stati oltre 700 mandati. In testa la Juventus con 65 da una parte e il procuratore Riso, pupillo di Galliani, con 32 dall'altra. Il report FIGC dà il quadro di come sono state concluse le operazioni e da chi. Così ho conosciuto il nome dei 39 procuratori che hanno curato il maggior numero di operazioni. Poi la cosa più bella è che la Serie A, in crisi, va a caccia di aiuti, ma con i procuratori non bada a spese, visto il miliardo e 300 bruciato, con operazioni in costante aumento. Infine, la FIFA limiterà le commissioni e la FIGC recepirà le nuove regole. Emilio Garcia Silvero, capo dell'Ufficio Legale, sottolinea che il nuovo regolamento porterà benefici a tutti: procuratori, calciatori, allenatori, società e federazioni.

Solo che il problema principale non è quello di ridurre le percentuali e i soldi che escono dal calcio, ma la regolarità dei campionati. Lo predico nel deserto dall''89, con qualche cognizione di causa se, nel settembre '82, con un altro D.S. e il titolare dell'agenzia pubblicitaria Admarco, primi in Europa fondammo la AIM, società che doveva gestire in toto i calciatori, come avveniva negli USA con i campioni di tennis e golf da parte di McCormack e Donald Dell. Non so quanti siano oggi i procuratori. Alla FIFA sono arrivate 7.583 richieste. 997 vogliono veder riconosciuta la licenza e 6.586 puntano a superare l'esame. E, anche se in ritardo, va scoperchiata la pentola perché, accanto ai vertici, esiste la base, che vive spesso per alterare i campionati. Per questo un gentlemen's agreement tra presidenti dovrebbe fare in modo che nessuno avesse più di un calciatore per società e 10 per categoria, con il divieto di consorziarsi. Al solito, dal momento che è una cosa logica e nell'interesse del calcio, non è mai stata presa in considerazione.  

© 2024 Stazione di sosta

Altre notizie - Archivio
Il ko del "Viareggio"19.02.2024 09:00
Il ko del "Viareggio"
La rivoluzione? 16.02.2024 09:00
La rivoluzione?
Torniamo al calcio!12.02.2024 09:00
Torniamo al calcio!
Kurt Hamrin09.02.2024 09:00
Kurt Hamrin
Giani e il calcio!05.02.2024 09:00
Giani e il calcio!
Aspettavo Gudmundsson02.02.2024 09:00
Aspettavo Gudmundsson
Lo scudetto29.01.2024 09:00
Lo scudetto
L'anticipo26.01.2024 09:00
L'anticipo
Italiano e Sarri22.01.2024 09:00
Italiano e Sarri
Mourinho19.01.2024 09:00
Mourinho
Altre notizie